Educare alla cittadinanza digitale: Fondazione Mondo Digitale incontra Green Community

2 min

Il progetto è rivolto a giovani e adulti, per un totale di 46.000 persone coinvolte su tutto il territorio nazionale. L'obiettivo è quello di aumentare i livelli di digital readiness delle istituzioni scolastiche italiane

Fondazione Mondo Digitale si lancia in un nuovo progetto – Educare alla cittadinanza digitale – rivolto a istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. Il progetto fa parte della rete nazionale Green Community, parte del piano RiGenerazione Scuola, promosso dal Miur.

Educare alla cittadinanza digitale

Il progetto ha l’obiettivo di formare giovani e adulti sulle tematiche legate all’educazione civica digitale per accrescere le loro conoscenze e competenze e per influire positivamente sul livello di prontezza digitale (digital readiness) delle istituzioni scolastiche presenti a livello nazionale. Il progetto fa riferimento anche al framework europeo per le competenze digitali (DigComp 2.1).

Le attività formative vi svolgeranno in modalità mista, in presenza ed online, su 5 tematiche principali:

  • Alfabetizzazione digitale e creazione di contenuti on-line;
  • Sicurezza online per orientare i partecipanti nella gestione e nella protezione delle identità digitali e della navigazione on-line;
  • Utilizzo consapevole dell’informazione on-line e dei mezzi tecnologici;
  • Ambienti digitali, problemi e strategie di comunicazione (cyberbullismo, hate speech);
  • Didattica innovativa e creazione di contenuti, per includere tecnologie e linguaggi digitali (coding) all’interno dell’insegnamento delle didattiche.

La formazione verrà erogata da formatori esperti sulle tematiche trattate e raggiungeranno un target vario (docenti, studenti, genitori, nonni) diffuso su tutto il territorio nazionale considerando circa 32.000 minori e 14.000 adulti su tutto il territorio nazionale.

RiGenerazione Scuola

Il piano affronta il tema della sostenibilità in chiave sistemica, su quattro pilastri:

    1. Rigenerazione dei saperi – attività didattico-formative indirizzate agli alunni, ai docenti e alla famiglie. Le attività saranno laboratoriali, esperienziali e interattive. Si terranno non solo all’interno dell’edificio scolastico ma anche in luoghi simbolici per l’apprendimento delle conoscenze, in spazi aperti a contatto con la natura e in ambienti digitali;
    2. Rigenerazione dei comportamenti – messa a regime di un insieme di attività formative e l’emanazione di linee guida per stimolare e indurre la comunità scolastica a comportamenti virtuosi volti a convertire le abitudini e gli stili di vita;
    3. Rigenerazione delle infrastrutture fisiche e digitali – fornire un chiaro indirizzo per la realizzazione di nuove scuole sostenibili, con ampi spazi verdi e ambienti didattici rimodulati. Il pilastro prevede la graduale riqualificazione energetica delle scuole, la modifica degli spazi esterni in spazi verdi e la bonifica dall’amianto;
    4. Rigenerazione delle opportunità – istituire nuovi percorsi scolastici, come Licei Ambientali e Istituti Tecnici Superiori ad indirizzo Sviluppo Sostenibile, per offrire nuovi sbocchi lavorativi in settori quali: bio-agricoltura, agricoltura di precisione e rigenerativa, economia circolare, finanza sostenibile, chimica verde, bioeconomia, progettazione a zero emissione, mobilità sostenibile, progettazione e lavorazione di nuovi materiali.

 

Video in evidenza (fonte: Ministero dell’Istruzione – YouTube)

Condivideo.live

GRATIS
VISUALIZZA